Immagine con facsimile di 2 carte Soldo Drive

Soldo Drive, la carta carburante da usare ovunque

prepagate

Emessa dall’omonima società inglese, Soldo Drive è una carta carburante prepagata riservata alle partite Iva. Consente di fare rifornimento presso qualunque distributore, sia in Italia che all’estero.

L’unico requisito è che accetti pagamenti su circuito Mastercard. Ma non si tratta certo di un problema, quale esercente oggi rifiuta Mastercard? In particolare dal 1 gennaio 2019, dato che è entrato in vigore l’obbligo di tracciabilità dei rifornimenti di carburante per aziende e professionisti, pena l’impossibilità di detrazione fiscale.

Chi opera in regime di partita Iva quindi trova solitamente più conveniente adottare una carta carburante. L’offerta è vasta e scegliere può sembrare complicato.

La prepagata Soldo Drive offre però alcuni vantaggi preclusi a chi adotta altre carte carburante. Vediamo quali.

Carta prepagata Soldo Drive: caratteristiche

La comodità di usare Soldo Drive inizia nella fase di richiesta della carta. La procedura online si sbriga in pochi passaggi (incluso un primo deposito, indispensabile) , e la prepagata viene recapitata alla sede aziendale entro alcuni giorni.

Anche chi ha appena aperto l’attività può ottenerla, e come già precisato la card è disponibile sia per aziende che per professionisti. Essendo una prepaid non occorrono le garanzie necessarie invece con altri strumenti di pagamento.

Ogni singola Soldo Drive può essere associata a un dipendente oppure a un veicolo. Hai la possibilità di richiedere tutte le carte che ti occorrono. Se preferisci però puoi impiegarla in modo promiscuo, abbinandola a più mezzi o lavoratori.

Il vantaggio più apprezzato di questa carta carburante è il poterla utilizzare sull’intero circuito di distributori aderenti a Mastercard, italiani ed esteri. Vale a dire che puoi rifornirti di benzina, diesel, metano o gpl dove risulta più conveniente, ad esempio le pompe bianche.

Anche dal lato amministrativo Soldo Drive si dimostra comoda e conveniente. La gestione è centralizzata (anche con più card visualizzi i report in un unico conto), e puoi assegnare i singoli massimali di spesa delle card come preferisci. I rendiconto ovviamente sono real time.

Persino contabilizzare le fatture elettroniche diventa meno ostico usando Soldo Drive. Tramite console puoi caricare i files su Soldo, arrivando facilmente ad associare ad ogni fattura il suo pagamento. A fine mese infine puoi produrre il documento riepilogativo da presentare al commercialista.

I costi e i metodi di ricarica della carta carburante Soldo Drive

Ogni singola carta carburante prepagata Soldo Drive costa 5 euro per l’emissione, più 2 euro mensili di gestione. I rifornimenti presso qualunque distributore non comportano costi aggiuntivi.

Anche le ricariche via bonifico sono prive di oneri da parte di Soldo. Per i liberi professionisti è disponibile anche una seconda opzione: le ricariche cash tramite SisalPay. Queste ultime costano 2 € ciascuna.

Conclusioni

Rispetto alle altre carte carburante, Soldo Drive consente di risparmiare denaro e tempo in quanto puoi fare rifornimento dove preferisci.

Anche la possibilità di usarla per gpl e metano è un vantaggio, dato che non tutte le card della categoria lo permettono.

A questi aspetti positivi si aggiunge la semplificazione della gestione contabile, sempre apprezzabile per chi opera con partita Iva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *