Facsimile di Postepay Puntolis

Postepay Puntolis: ecco al tabacchino la prepaid di Poste

prepagate

La new entry nelle “scuderie” Postepay si chiama Postepay Puntolis ed è una carta dotata di codice Iban. E’ l’unica prepagata di Poste Spa che richiedi al tabacchino, dove puoi anche effettuare le ricariche. Gli esercizi commerciali che effettuano tale servizio sono quelli che aderiscono al circuito Lottomatica Italia Servizi (LIS) e devono essere abilitati a rilasciare carte. In ogni città ne puoi trovare diversi.

Postepay Puntolis assomiglia molto a Postepay Evolution, come puoi notare esaminando le sue caratteristiche.

Cos’è Postepay Puntolis

La carta conto Postepay Puntolis ha numerose funzioni: permette l’accredito di stipendio e pensione, pagamenti Pos e di bollettini di vario tipo, abilitazione di domiciliazioni, scambio rapido di piccole somme in modalità P2P, disposizione e accredito di bonifici, inclusi quelli istantanei ed extra-SEPA, prelievo di contanti e ricarica delle sim telefoniche.

La gestione con app Postepay e/ via web ti garantisce il controllo accurato delle tue operazioni anche al di fuori degli orari di ufficio. Grazie alla compatibilità con Gpay, se hai uno smartphone Android effettui pagamenti direttamente dal device.

La prepagata Postepay Puntolis è utilizzabile ovunque in Italia come all’estero. Una delle poche differenze con la Evolution di Poste è che opera su circuito Visa.

I limiti operativi di Postepay Puntolis

Ecco a quanto ammontano i principali limiti di utilizzo di Postepay Puntolis:

  • plafond: € 30.000;
  • spese giornaliere complessive: € 3.500;
  • spese mensili: € 10.000;
  • prelievo di contanti per singolo giorno presso gli ATM: € 600;
  • ammontare mensile per prelievi di contanti: € 2.500;
  • ritiro di contanti negli uffici postali: la disponibilità della carta conto;
  • tetto giornaliero per bonifici istantanei in addebito (max 2 operazioni complessive): € 5.000;
  • singola ricarica online (via web e app): € 3.000.

Quanto costa la nuova carta conto di Poste Spa

Ed ecco a quanto ammontano le principali commissioni della carta conto Postepay Puntolis:

  • emissione carta € 5 (+ 15 di prima ricarica obbligatoria);
  • canone annuale € 12;
  • bonifico SEPA via app e web: € 1;
  • bonifico SEPA allo sportello: € 3,50;
  • bonifico extra-SEPA: € 7,50+1,50% dell’ammontare;
  • bonifico SEPA allo sportello verso Principato di Monaco, Principato di Andorra, Svizzera e Città del Vaticano: € 11;
  • bonifico SEPA online verso Principato di Monaco, Principato di Andorra, Svizzera e Città del Vaticano: € 9;
  • addebito permanente di bonifico SEPA: € 2,50;
  • prelievo di contanti da sportello: € 1;
  • prelievo da ATM di altri istituti: € 2;
  • prelievo estero in divise straniere: € 5 + 1,10% del contante prelevato.

Come ricaricare la carta prepagata

Per rifornire il deposito della prepaid puoi avvalerti della ricarica automatica a tempo o a soglia, dell’app, del servizio web dedicato sul sito Poste, degli ATM Postamat, o ancora puoi recarti presso gli uffici postali e le tabaccherie abilitate al servizio del circuito LIS oppure farlo direttamente dal tuo domicilio previo appuntamento col portalettere.

Conclusioni

I principali punti di forza di Postepay Puntolis sono: l’elevata operatività (tra l’altro è una delle pochissime carte prepagate che consente bonifici istantanei ed extra SEPA), le numerose opzioni di ricarica e la disponibilità di punti di riferimento sul territorio (uffici postali e tabacchini Puntolis). Buoni anche i limiti operativi.

La convenienza è media, allineata con quella delle altre carte delle Poste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *