Facsimile di una postepay digital

Postepay Digital: la nuova prepagata virtuale di Poste

prepagate

Poste Spa ha lanciato da poco Postepay Digital, una prepagata ricaricabile virtuale per effettuare acquisti e pagamenti online, ma anche in molti store fisici. Oltre alla card versione base esiste quella fornita di Iban, con la quale puoi ricevere o disporre bonifici e persino accreditare lo stipendio oppure la pensione. Come se la cava questa prepaid rispetto alle concorrenti? Scopriamolo.

Postepay Digital: caratteristiche principali

Se decidi di dotarti della Postepay Digital la prima cosa che puoi notare è la facilità con cui è richiedibile. Per farlo ti basta l’app Postepay: ecco che con un tap sull’apposita opzione d’installazione e poco altro sei pronto per acquisti e pagamenti.

La carta prepagata virtuale ti consente di operare online dedicandoti allo shopping in tutta sicurezza, nonché di pagare i bollettini postali. In più, grazie alla compatibilità con Google Pay e al QR Code puoi usarla in modalità contactless nei negozi fisici convenzionati, che sono sempre più numerosi. La prepaid è anche abilitata al pagamento di parcheggi e biglietti della rete di trasporti (autobus, metropolitane e treni). Infine, per le transazioni fra varie Postepay sei libero di usare la comoda tecnologia P2P.

Queste funzioni non ti bastano? Vuoi aggiungere la possibilità di prelevare contanti? Pagare ovunque sul circuito Mastercard? Nessun problema, è sufficiente fare la richiesta della carta fisica aggiuntiva.

L’upgrade della Postepay Digital alla versione Evolution ti consente invece di sommare a queste opzioni la possibilità d’inviare e ricevere bonifici e accreditare stipendio e pensione.

Un vantaggio certo apprezzabile della prepagata sono i cashback del programma ScontiPoste. Dedicato in esclusiva ai clienti Postepay e BancoPosta, ti rimborsa una percentuale variabile di quanto speso sui siti e negli store aderenti alle promozioni. Qualche esempio? Attualmente Grimaldi Lines e Valtur ti rifondono il 5%, Eni l’1%, Ventis il 4%,British School e Life Learning il 20%, Reedoc addirittura il 50%.

Come ricaricare la Postepay Digital

Per rimpinguare il credito della Postepay Digital non hai che l’imbarazzo della scelta fra i vari metodi disponibili:

da ufficio postale (con contanti, una diversa Postepay, una carta Maestro);
da ATM postali e bancari, con Postepay, carta Maestro, carte operative sul circuito PagoBancomat, carta di credito;
tramite internet banking e/o app;
nei punti vendita Lottomatica;
• dal tuo domicilio, prenotando un appuntamento con un operatore di Poste Spa (il servizio non è attualmente presente su tutto   il territorio);
in modalità automatica con doppia opzione: ricarica a intervalli temporali fissi oppure quando il deposito scende sotto la soglia fissata da te; il servizio è attivo sia se possiedi un conto corrente presso Poste Spa che presso altri istituti di credito.

I massimali della prepagata

La Postepay Digital ha un plafond di alto livello: ben 30.000 €. Il massimale di spesa giornaliero ammonta a 3.500 euro, ma presso gli sportelli postali il tetto sale all’intera disponibilità presente sulla tua carta prepagata.

Se hai scelto di dotarti della prepaid fisica per effettuare prelievi di contanti, sappi che il limite al dì è di € 600, mentre quello mensile è di € 2.500.

I massimali di ricarica corrispondono al tetto di 30.000 euro. Utilizzando il metodo più comune, ossia l’app o l’home banking, esiste una soglia non superabile di € 3.000 per operazione. Ogni ordinante (incluso il possessore della carta) può effettuare al massimo 2 ricariche al giorno.

I costi della Postepay Digital

Vediamo adesso a quanto ammontano i principali costi della Postepay Digital:

emissione gratuita fino al 31 dicembre 2020, dal 1° gennaio 2021 € 5;
canone mensile/annuo free per la Postepay Digital senza Iban, a costo zero anche per la versione Evolution nel primo anno, dopo € 12 annui;
bonifico da sito e app € 1 (per la versione dotata di Iban);
bonifico da ufficio postale € 3,50 (come sopra);
addebito automatico Sepa € 0,40 tranne quelli riguardanti Svizzera e Principato di Monaco che hanno un costo di € 1,50;
postagiro € 0,50 da ogni canale;
prelievo da ufficio postale € 1;
prelievo presso altre banche area UE € 2;
prelievo in zona extra-UE € 5 + 1,10% della somma prelevata.

Conclusioni

La nuova Postepay Digital ha l’indubbio vantaggio di facilitare i pagamenti senza rinunciare alla sicurezza. Del resto, le transazioni contactless e online sono sempre più diffuse. Nonché igieniche, dato che non occorre maneggiare contante, dettaglio di una certa valenza a causa dell’epidemia di coronavirus.

La disponibilità di 3 versioni soddisfa le esigenze di varie fasce di utenti, che non incontrano difficoltà a passare da un tipo all’altro.

I costi della Postepay Digital sono mediamente convenienti. La prepaid infatti non risulta fra le più economiche come Hype Start o DB Contocarta, ma rimane più vantaggiosa rispetto ad un conto corrente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *