immagine di una prepagata Conto Tascabile

Conto Tascabile: la prepagata di CheBanca! Conviene?

Uncategorized

Si chiama Conto Tascabile ed è una carta prepagata con Iban che ti dà la libertà di effettuare la maggior parte delle operazioni possibili con un CC. Però costa meno. E vanta un buon livello di sicurezza. Date le buone premesse, esaminiamo da vicino questa ricaricabile per capire quanto conviene e a chi.

Cos’è Conto Tascabile

Emessa da CheBanca!, istituto di credito italiano del gruppo Mediobanca, Conto Tascabile è una carta conto, quindi dotata di Iban. Viene rilasciata a qualunque cittadino maggiorenne, anche se non titolare di CC presso CheBanca!. La domanda può essere fatta online, sul sito ufficiale, oppure allo sportello. La ricaricabile è disponibile con un layout in varie nuances, e puoi scegliere la tua preferita.

Uno dei vantaggi principali di Conto Tascabile è il plafond. Il deposito mensile massimo ammesso è di ben 50.000 €. Nota che sono poche le carte conto con tetto tanto elevato. Fra le eccezioni, DB Contocarta e Genius Card rappresentano alcune concorrenti. Ma la ricaricabile con Iban di CheBanca! è l’unica che permette a un intestatario di detenere fino a 5 prepagate Conto Tascabile.

Il possessore di questa carta conto può usarla per effettuare prelievi e pagamenti sia su circuiti Mastercard che Pagobancomat. I primi hanno un tetto di 500 € al giorno e 3.000 mensili. Gli acquisti, online e fisici, effettuati con Conto Tascabile hanno invece un massimale di 5.000 al dì e 50.000 al mese.

Inoltre l’intestatario può disporre e ricevere bonifici SEPA, accreditare stipendio o pensione, ricaricare il telefono, pagare il rifornimento carburante nonché bollettini postali, RAV e MAV. Infine, è possibile versare tributi tramite i modelli F23 e F24, opzione preziosa in particolare per i lavoratori autonomi, che sono obbligati ai versamenti esclusivamente per via telematica.

Con Conto Tascabile la gestione e il controllo delle spese è garantita dagli avvisi in tempo reale via sms – per importi superiori a 50 € – oppure tramite app –per qualunque importo-.

Altro dettaglio positivo di questa prepagata con Iban è la protezione anti frode. Salvo gravi mancanze da parte del cliente, CheBanca! rimborsa gli ammanchi dovuti a prelievi o transazioni fraudolente.

I costi di Conto Tascabile

I possessori di Conto Tascabile hanno alcune spese di gestione. La prima è la commissione mensile di 2 euro, indipendente dall’uso o meno della prepagata. Inoltre i prelievi in valute diverse dall’euro o in area extra UE comportano un addebito di 3 € per operazione. Pagare i bollettini postali invece comporta una commissione di 0,40 €.

L’emissione, i prelievi in area UE, i pagamenti –esclusi i bollettini-, le ricariche e i bonifici risultano però tutti gratuiti. Infine, come tutte le prepagate, anche Conto Tascabile è esente dall’imposta di bollo per depositi superiori a 5.000 €. Le ricariche, possibili con bonifici, presso gli ATM abilitati oppure allo sportello analogamente non comportano spese.

Conclusioni

Nell’insieme, Conto Tascabile si rivela una prepagata conveniente per chi effettua molte operazioni, in particolare bonifici SEPA. Il plafond molto alto e la possibilità di richiedere più ricaricabili permettono di pianificare al meglio la propria contabilità. A tal proposito, anche la funzione di alert e di controllo in tempo reale risulta molto utile, così come la garanzia di rimborso in caso di frode.

Gli svantaggi principali della carta sono il canone mensile di 2 € e la commissione per il pagamento dei bollettini, anche se contenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *