Immagine simbolica di una Cart@perta Teen

Cart@perta Teen, la prepagata per ragazzi del Gruppo Creval

prepagate

Dedicata ai soggetti minorenni dai 12 ai 17 anni, Cart@perta Teen è una prepagata ricaricabile studiata per rispondere alle esigenze degli adolescenti, facendo al contempo dormire sonni tranquilli ai genitori. I punti di forza che l’hanno resa popolare sono: semplicità di utilizzo e ricarica, convenienza, massimali idonei ad una clientela teen. Ecco in dettaglio le sue caratteristiche.

Prepagata Cart@perta Teen: come funziona

Cart@perta Teen è una prepagata ricaricabile nominativa. E’ utilizzabile per pagamenti POS/online e per prelevare contanti agli sportelli ATM oppure presso quelli interni delle filiali dell’emittente, Creval. Opera su circuito PagoBANCOMAT e Visa, quindi viene accettata tranquillamente ovunque: in Italia, all’estero e sui siti di e-commerce. Le transazioni ed i prelievi risultano possibili sia in euro che in valute straniere. In più la prepaid è abilitata al pagamento delle ricariche telefoniche dei principali operatori.

Per richiederla basta recarsi presso una qualunque filiale del Credito Valtellinese; ovviamente il minore necessita della presenza di un genitore. Una volta ottenuta ed attivata, Cart@perta Teen è gestibile molto facilmente tramite home banking ed app. In tal modo sarà possibile conoscere in qualunque momento non solo il saldo, ma anche le operazioni compiute. Tramite il servizio opzionale (ma altamente consigliabile!) di alert il possessore riceve inoltre un avviso quando la prepagata viene usata.

Come ricaricare Cart@perta Teen

Rimpinguare il deposito della Cart@perta Teen è davvero semplice. Il Gruppo Creval offre ad adolescenti e genitori un ampio ventaglio di possibilità:

  • ricarica automatica con addebito su conto corrente;
  • utilizzo del servizio online con addebito su CC;
  • utilizzo degli sportelli automatici appartenenti al circuito Qui Multibanca;
  • ricarica presso gli sportelli fisici di qualunque filiale Creval.

I costi della prepagata

Le spese di Cart@perta Teen si rivelano piuttosto contenute. Il Credito Valtellinese difatti non applica oneri per:

  • la richiesta/attivazione della prepagata;
  • la gestione annuale e mensile;
  • le ricariche, indipendentemente dal canale utilizzato;
  • i pagamenti POS e online in euro;
  • i prelievi agli ATM del Credito Valtellinese.

Veniamo adesso alle spese:

prelievi in euro presso gli ATM di altri istituti di credito: € 1;
  • prelievi in divise straniere agli ATM dell’area extra-UE: € 3,50;
tasso di cambio per pagamenti sul circuito Visa in valute differenti dall’euro: 1,75%.

I massimali di Cart@perta

La ricaricabile Cart@perta Teen si rivela una prepagata per minorenni con massimali generosi ma al contempo adatti alla fascia d’età cui è destinata. Ecco quali sono:

prima ricarica: € 500;
singole ricariche successive tramite ATM o servizio Qui Multibanca: € 250;
• singole ricariche successive alla prima eseguite allo sportello oppure tramite il servizio online della banca: € 2.000;
deposito massimo: € 2.000;
limite complessivo di ricariche al giorno: € 2.000;
prelievo giornaliero di contanti (sia in euro che in altre valute): € 1.000;
singolo prelievo presso gli ATM del Gruppo Creval: € 500;
singolo prelievo presso ATM di altre banche: € 250;
singolo prelievo in valute diverse dall’euro: € 250;
tetto di pagamenti POS giornalieri (inclusi quelli effettuati all’estero): intera disponibilità della prepagata.

Conclusioni

La prepagata Cart@perta Teen emessa dal Credito Valtellinese risulta uno strumento di pagamento dall’ottima convenienza, grazie ai costi ridotti al minimo. I limiti di spesa, prelievo e ricarica risultano adeguati per le esigenze della fascia teen. Rispetto ad altre prepaid per minorenni come Hype Start i massimali appaiono anzi più elevati. Da rilevare poi la facilità con la quale è possibile richiederla e gestirla.

L’unico lato negativo di questa carta può essere rappresentato dall’assenza di un’app ultra-smart abbinata. Come quella offerta da YAP ed altre prepagate concorrenti, che consentono piccoli pagamenti P2P, gestione dei pagamenti di gruppo, etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *