Carte prepagate multivaluta: immagine di banconote di vari paesi

Carte prepagate multivaluta: comode per l’estero

prepagate

Effettui/ricevi spesso pagamenti extra-UE? Le carte prepagate multivaluta, se la risposta è sì, rappresentano un’interessante opzione per risparmiare sui tassi di cambio e rendere più rapide le transazioni. Alcune attingono a un conto corrente oppure un e-wallet collegato, mentre altre hanno il proprio deposito.

I costi e le potenzialità operative delle carte prepagate multivaluta variano da card a card, in linea generale rientrano nella media delle prepaid. (Nota che, generalmente, anche queste ultime possono essere usate per acquisti in valute estere, e talvolta anche per inviare/ricevere bonifici fuori dall’Eurozona, ma quasi sempre esiste un onere di commissione aggiuntivo più salato.)

Vediamo quindi alcune ricaricabili con deposito ammesso in una o più divise estere.

Wirex

La britannica Wirex appartiene a pieno titolo alla categoria delle carte prepagate multivaluta: ti consente infatti di pagare direttamente in sterline, dollari e altre divise straniere, oltre che naturalmente in euro. In più supporta diverse criptovalute, offrendoti l’opportunità di spenderle grazie a una conversione istantanea in valuta fiat. Questa carta offre dei massimali elevati ed esiste in 2 versioni: fisica e virtuale. Per ordinarla fai tutto online, anche la gestione avviene tramite app.

La convenienza di Wirex si evidenzia proprio in caso di acquisti e prelievi esterni all’Eurozona, grazie a commissioni inferiori rispetto a molti altri strumenti di pagamento.

Skrill

Skrill è una delle carte prepagate multivaluta associate a un e-wallet: Skrill, ovviamente. Quando la richiedi puoi scegliere fra deposito in euro, dollari, sterline oppure zloty. Come Wirex è britannica, viene proposta in 2 versioni, fisica e virtuale, e vanta dei limiti operativi piuttosto alti.

Quanto alla convenienza, più spendi e più aumenta. Se fra prelievi di contanti e pagamenti Pos raggiungi il livello massimo (sono 3 in tutto), ossia un totale trimestrale di 90.000 euro o equivalenti in altre valute il canone e gli oneri per il ritiro di contanti si azzerano, mentre il tasso di cambio scende all’1,99%.

Soldo Pro e Premium

L’elenco delle carte prepagate multivaluta di origine britannica include anche Soldo, la business card che nella versione Pro ti consente di richiedere fino a 20 carte con depositi in euro oppure sterline o dollari, mentre la versione Premium da l’accesso a un numero di card illimitato. La gestione avviene online ed è altamente flessibile, oltre che estremamente dettagliata per quanto riguarda i report. Il codice Iban è un altro vantaggio perché consente la ricezione di bonifici Swift e Sepa, pur mancando la possibilità di disporli.

Gli oneri di commissione di Soldo non sono molto economici, d’altro canto le carte prepagate per aziende hanno costi maggiori.

WeSwap

Altra ricaricabile che ammette depositi in valute estere è WeSwap. La comodità offerta da questa travel card è massima: puoi scegliere di suddividere il suo deposito in wallet virtuali contenenti ciascuno una valuta diversa. Fra quelle ammesse, 18 in tutto, ci sono il dollaro USA, la sterlina, lo yen,il franco svizzero. Come la precedente, anche WeSwap accetta bonifici in ingresso ma non in uscita, ed esclusivamente da parte del titolare della carta, l’unico che può ricaricarla in qualunque modo scelga di farlo.

I massimali di questa prepagata multivaluta sono medi, con variazioni a seconda della divisa utilizzata. Le spese appaiono medie o medio-alte dipendendo in larga misura dalle tempistiche di esecuzione, scelte dal titolare: uno swap rapido ad esempio comporta una commissione maggiore rispetto uno a 7 giorni.

Ecocard

Perché accontentarsi di una sola card quando puoi avere 3 carte prepagate multivaluta, ciascuno con un deposito a sé? Ecocard ti offre proprio quest’opzione. Se vuoi, puoi ottenere una ricaricabile in euro, una in dollari e un’altra in sterline. La flessibilità della prepaid è evidente anche nei massimali di utilizzo, che variano in funzione del piano tariffario scelto: ce ne sono ben 5.

Anche i costi sono influenzati dal tipo di account, oltre che dalle operazioni effettuate. I pagamenti internazionali hanno oneri competitivi, mentre i prelievi di contanti risultano più salati.

Revolut business

Altra ricaricabile britannica per aziende (esiste anche una versione per privati, con caratteristiche in parte affini), Revolut mette a disposizione della tua impresa un grandissimo vantaggio, quello di usufruire di un deposito multivaluta con un massimo 30 divise estere e 28 Iban diversi.

Così risparmi sui tassi di cambio, godendo al contempo di una gestione sofisticata delle entrate/uscite. Revolut infatti ti fornisce report dettagliati sulle transazioni, unendoli a una gestione delle personalizzazioni (permessi, massimali, etc.) ideale per il mondo business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *