Immagine di una carta conto KDue

Carta conto KDue, l’offerta per privati di Banco BPM

prepagate

Per ridurre le spese di un CC, la carta conto KDue emessa da Banco BPM può essere una soluzione grazie al suo elevato plafond e alla gamma di operazioni consentite. In pratica, se sei disposto a rinunciare ad assegni, conto titoli e non devi neppure accendere un mutuo, puoi effettuare transazioni come se avessi un conto corrente.

Ti riconosci nel target di clienti per cui è pensata questa ricaricabile? Leggi oltre per scoprirne le caratteristiche principali.

Cosa offre la carta prepagata KDue

Come precisato dall’emittente, la prepagata KDue è una carta conto, vale a dire uno strumento di pagamento che offre tutte le principali funzioni di un normale conto corrente.

Ovviamente questa ricaricabile è dotata di codice Iban, per cui puoi inviare e ricevere bonifici SEPA – dall’Italia-. Se desideri accreditare stipendio o pensione, puoi farlo. Analogamente, hai facoltà di domiciliare bollette e RID, di fare rifornimento carburante e shopping fisico/online su circuito Mastercard, di prelevare denaro contante fino a 500 € al giorno a qualunque ATM, di ricaricare lo smartphone o altre carte prepagate, di pagare bollettini Freccia, RAV e MAV.

Molto interessante è il plafond massimo offerto da KDue: ben 50.000 €.
Quanto ai limiti e le transazioni di acquisto, la prepagata ti permette di personalizzare il tetto di spesa giornaliero entro il massimo prefissato e di disabilitare le operazioni di acquisto online – ad esempio su siti a luci rosse o di gaming– che non t’interessano.

Richiedere la carta conto KDue è comodo è semplice, essendoci 2 diverse opzioni: recarti a uno sportello bancario BPM oppure ordinarla online con recapito a domicilio.

Anche quando decidi di ricaricarla puoi scegliere fra diverse opzioni: bonifico, ATM abilitati, accrediti su conto, un’altra prepagata o contanti a ogni sportello BPM. Ovviamente, escludendo i contanti, puoi eseguire le operazioni possibili allo sportello anche tramite internet banking e app.

Sotto l’aspetto della sicurezza, l’istituto emittente ha implementato tutte le principali features oggi usate per le prepagate, inclusa la doppia autenticazione e il sistema di alert tramite sms quando vengono eseguite transazioni oltre una soglia prefissata.

Le spese di gestione della prepagata

E dal lato della convenienza come se la cava KDue? Diciamo che è collocabile nella media: non è fra le carte più convenienti ma neppure fra le più esose.

Ecco i costi più rilevanti legati a questa prepagata:

  • emissione: 6 €
  • gestione mensile: 1 € – azzerato se ricarichi almeno 500 € –
  • accredito su KDue tramite versamento cash allo sportello: 2,5 € -escluso il primo-
  • ricarica su circuito Sisal: 3 €
  • prelievo di contanti presso sportello bancario: 3 €
  • prelievo da ATM diversi da quelli BPM: 2 €
  • prelievi in altre valute: 5 €
  • disposizione di bonifici e pagamento bollettini allo sportello: 3 €
  • addebito di bonifici o pagamento bollettini tramite internet banking e app: 1 €
  • pagamento pos in valute diversi dall’euro: 1% della spesa
  • servizio YouAlert: 2 € mensili

Conclusioni

La carta conto KDue è idonea per individui maggiorenni che intendano usarla in sostituzione a un conto corrente. Il plafond elevato e l’Iban consentono infatti un alto livello di operatività.

La convenienza può rivelarsi discreta o al contrario scarsa a seconda dell’uso della carta. Una disamina delle spese di gestione rivela che, come molte altre carte prepagate, anche KDue è pensata per un uso orientato al più economico internet banking anziché all’operatività da sportello fisico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *