Facsimile di una Carige Pay Prepaid

Carige Pay Prepaid: la prepagata ligure vicina al lancio

prepagate

Dal 15 luglio 2021 sarà disponibile Carige Pay Prepaid, la ricaricabile nominativa del gruppo bancario genovese pensata per tutta la famiglia. Si tratta di una prepagata standard, dai massimali adatti per le spese quotidiane ma senza eccessi.

Ben si adatta quindi a chi cerca uno strumento di pagamento indipendente dal conto corrente e “tranquillo”, nonché forse meno appetibile per i malintenzionati di altre carte più potenti. E per i più giovani c’è Carige Pay Young Prepaid. Questa card è molto simile alla versione per adulti, eccetto per alcuni tetti operativi più ristretti.

Ecco quali sono le principali features della nuova Carige Pay Prepaid.

Cosa puoi fare con Carige Pay Prepaid

La carta Carige Pay Prepaid è emessa da Nexi, opera su circuito Visa ed è già richiedibile presso la banca collocatrice, ossia Carige. Fino al 30 giugno però l’unico uso possibile risulta quello relativo al Bonus trasporto in sicurezza per l’emergenza Covid. In altre parole, i soggetti beneficiari del provvedimento e solo loro possono pagare i mezzi di trasporto privati (taxi) avvalendosi della prepagata.

Dal 15 luglio invece Carige Pay Prepaid diventerà utilizzabile ovunque nel mondo e sul web, sia per pagamenti Pos che per prelievi di contanti presso gli ATM. Inoltre la ricaricabile consente di effettuare ricariche telefoniche, rifornimenti di carburante, disporre e ricevere fondi con altre card sul portale Nexi. Grazie alla compatibilità con gli e-wallet (Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay) puoi fare acquisti pagando anche con lo smartphone. La card inoltre è dotata di codice Iban, ma non si tratta di una vera e propria carta conto perché è abilitata unicamente per i bonifici in ingresso.

Le features di sicurezza della prepagata promettono di far dormire sonno tranquilli persino ai più timorosi. Di rilievo gli alert tramite messaggistica, il 3D Secure, i limiti operativi personalizzabili (ad esempio puoi disabilitare l’uso sul web) e la polizza assicurativa multirischi.

I limiti di utilizzo della carta

Nel dettaglio, ecco quali sono i tetti delle diverse operazioni eseguibili con Carige Pay Prepaid:

  • plafond: € 5.000;
  • rifornimento di contanti presso gli ATM: € 250 (suddivisibili opzionalmente in 2 operazioni);
  • ricarica tramite versamento con addebito su CC Carige (indifferentemente allo sportello, tramite web banking o app): € 5.000;
  • ricarica presso gli ATM Carige con carta di pagamento del medesimo istituto: € 2.500;
  • accredito tramite Bancomat sul circuito Qui Multibanca: € 500 giornalieri;
  • accredito tramite bonifico: € 2.500 al dì;
  • accredito effettuato alle ricevitorie Sisal e Banca 5: € 200;
  • ricarica tramite Nexi: € 500 al giorno (frazionabili in 2 operazioni).

I costi di Carige Pay Prepaid

Ti stai chiedendo quali sono i principali oneri che gravano su Carige Pay Prepaid? Li trovi elencati qui sotto:

  • prelievo di contanti nell’Unione Europea: € 2;
  • prelievo presso ATM in zona extra UE: € 4;
  • pagamento in valute estere: 2% dell’ammontare speso + tasso di cambio;
  • ricariche tramite circuito Carige fisico e online: € 3;
  • ricariche con bonifici e sul sito Nexi: € 2;
  • ricariche agli ATM del circuito Qui Multibanca e presso le ricevitorie Sisal e il canale Banca 5: € 2,5;
  • rinnovo della carta: € 15.

Conclusioni

Carige Pay Prepaid è una carta prepagata pensata per consumatori dalle esigenze media, che però vogliono disporre di uno strumento di pagamento accettato ovunque (il circuito Visa è il più vasto in assoluto a livello mondiale). Inoltre la flessibilità dei limiti di utilizzo e l’ampia scelta dei metodi di ricarica la rendono comoda e semplice da usare.

Un deterrente al possesso di questa card potrebbe derivare dalle spese legate alle varie commissioni. In effetti, esistono alternative più economiche come Yap e Hype Start. D’altro canto l’ammontare degli oneri è correlato alle tipologie di utilizzo (ad esempio all’estero oppure in Italia), e per molte famiglie correntiste di Carige l’aspetto è secondario rispetto alla semplicità di gestione ottenibile mantenendo un rapporto con una sola banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *